Perchè studiare musica?

La musica è come la matematica lo spagnolo o il latino: è una lingua straniera, che può contribuire a sviluppare l'apprendimento, il motore e capacità di comprensione. Imparare la musica o suonare uno strumento apre le porte a nuove opportunità. Cosa c'è di più: il divertimento della musica.
Tuttavia, nulla può sostituire le lezioni private di musica da cominciare tra i  3 e 9 anni. Il cervello si sviluppa ad un ritmo rapido tra la nascita e tre anni ed è uno stimolo essenziale per lo sviluppo dei neuroni. Pertanto, incoraggiare l'esplorazione musicale è un modo semplice per promuovere lo sviluppo intellettuale.
Prima dei tre anni, gli strumenti giocattolo possono essere un eccellente introduzione alla realtà e le classi di gioco di gruppo musicale sono in grado di preparare il bambino per lo studio successivo. Cantare a qualsiasi età è di grande beneficio e la consapevolezza linguistica e musicale può iniziare già a partire dal quinto mese di gravidanza, quando il cervello del feto e le orecchie sono aperti a ricevere gli stimoli.
Dall'età di 3 anni i circuiti cerebrali di un bambino sono abbastanza maturi per iniziare le lezioni strumentali e / o vocali. La voce è probabilmente lo strumento più importante, perché il canto è un gateway di comunicazione che sviluppa enorme fiducia e piena espressione di sé.
Il pianoforte è di solito il miglior strumento musicale per cominciare, perché non richiede alcuna diteggiatura specifica. Tuttavia, i bambini devono scegliere gli strumenti per giocare con i suoni che vogliono. I bambini praticano di più se a loro piace il suono di uno strumento.
Se il bambino sceglie il pianoforte, le tastiere elettroniche sono un buon modo economico per iniziare, perché sono molto convenienti e portatili. Molte marche presenti oggi sul mercato fanno visualizzare le note su uno schermo digitale durante la riproduzione di musica. Questi tipi di tastiere possono essere di grande aiuto al bambino per permettergli di iniziare a leggere le note musicali e simboli. Essi inoltre hanno spesso funzioni incorporate di ritmo e canzoni che fanno cantare e ballare in maniera semplice.
Dal  Howard Gardner "Frames of mind the theory of multiple intelligences" del 1983 e Gordon Shaw e Francis Rauscher gli "Effetto Mozart" del 1993, vi è un dibattito acceso nella ricerca se lo studio della musica può essere collegata al migliore rendimento scolastico.
Troverete migliaia di libri, prodotti, articoli e siti web che discutono i vantaggi di studiare musica. Per comodità, i primi 20 vantaggi segnalati per lo studio della musica vocale e strumentale sono elencati di seguito:


Attraverso la lettura della musica, la scrittura a notazione, il canto a vista (solfeggio), la teoria musicale e l'alfabetizzazione, le competenze diventano trasferibili. Ad esempio, si può supporre che la matematica possa  anche sviluppare la musica. Risultati accademici si collegano positivamente con il successo musicale e viceversa.
Già nel 19 ° secolo, il visionario Dr. Maria Montessori ha incluso la musica e le arti nel curriculum scolastico di tutto il mondo per migliorare e accelerare notevolmente l'apprendimento.

(Fonte: Deborah Torres Patel)

Contattaci

Compila il seguente form per richiedere tutte le informazioni che desideri riguardo le nostre attività.